Il Mondiale di Gloria Peritore e non solo: tutti i match di Fight 1, in diretta su gazzetta.it

Kickboxing e Muay Thai, le grandi arti marziali domani sera sul nostro portale. Si comincia dalle 20, nove match e due cinture in palio: match per match, le regole e le strategie sul ring per non perdervi nemmeno un colpo

Guido Colombo

Le grandi arti marziali, le più spettacolari, Muay thai e kickboxing sbarcano sul gazzetta.it e e lo fanno alla grande, con la diretta di The Arena dalle 20.00 di sabato 26 marzo. Nove combattimenti trasmessi, gratuitamente e con la telecronaca in italiano, che vedranno protagonisti alcuni dei migliori atleti del panorama italiano e internazionale sfidarsi al centro sportivo Pertini di Cornaredo.

Le regole

—  

Negli incontri di Muay thai verranno utilizzate le regole tradizionali della boxe tailandese, saranno cioè permessi calci, pugni, ginocchiate trattenendo l’avversario e colpi di gomito. Il regolamento dei match di kickboxing sarà invece il Fight Code Rules (FCR): oltre a calci e pugni saranno permesse anche le ginocchiate trattenendo l’avversario ma, a differenza della muay Thai, per un massimo di 5 secondi. Vietate invece le gomitate. Saranno tutti incontri da 3 round da 3 minuti con un minuto di recupero, tranne quelli valevoli per un titolo che saranno invece sulla distanza dei 5 round.

Luperini vs Bah

cat. -70 kg

Quello d’apertura sarà un match tra puristi dell’arte siamese. Il toscano Luperini (17 vittorie e 3 sconfitte in carriera con 8 k.o. all’attivo) ha combattuto anche nella prestigiosa promotion americana Lion Fight ed ha vinto due titoli italiani. Bah arriva invece da Ginevra e ha combattuto nel celebre Muay Thai Grand Prix di Parigi e diverse volte in Thailandia. In carriera vanta 32 vittorie e 1 sola sconfitta. Entrambi sono specialisti nell’uso dei gomiti, il che rende alta la probabilità di una conclusione prima del limite.

Pisu vs Farcas

cat. -91 kg

K.o. nell’aria tra due Massimi leggeri che si sono già affrontati anni fa, in un match che fini pari. Pisu, detto “la bestia di Carbonia”, oltre che Oro ai Mondiali di Kickboxing 2019 è anche un pugile (Argento ai campionati italiani l’anno scorso) e ha conquistato fama mondiale battendo l’idolo di casa Alexandru Radnev nel 2019 in Romania. Farcas, atleta romeno che vive in Piemonte, cerca invece di conquistarsi un suo spazio di notorietà: verso questo incontro ha fatto sparring con Simon Biyong, fighter di Mma nel roster di Bellator. In comune con il suo avversario ha la caratteristica di prediligere le tecniche pugilistiche.

Ali vs Tieni

cat. -72,5 kg

Un match particolarmente atteso dagli appassionati, che vede contro due degli atleti con il maggior numero di fans nel panorama italiano. Aurelio Tieni, invece, milanese trapiantato a Lugano ha un record di 27-6 e un pari, con 12 k.o. e affronterà Alì Abdelali, che all’ultimo ha preso il posto di Taras Hnatchuk, 22 anni, di origine ucraina, ex fighter Bellator Kickboxing e campione Intercontinentale Wako Pro, è ancora imbattuto con 17 vittorie (8 per k.o.) e un pareggio. Nonostante il cambio last minute, ci si aspetta un incontro equilibrato

Di Vara vs Tarantino

cat. -71 kg

Gli appassionati italiani aspettavano da tempo questa sfida, che vede contrapporsi due tra i più talentuosi atleti della nostra Muay thai. Jacopo Tarantino (82-8 con ben 32 k.o.) è un atleta del prestigioso circuito mondiale Lion Fight, mentre il brianzolo Lorenzo Di Vara (21-12 con 4 pari e 8 k.o.) ha combattuto al celebre Muay Thai Grand Prix di Parigi e lo scorso gennaio ha pareggiato con la leggenda tailandese Sudsakorn. Due puristi della Muay Thai molto tecnici e versatili, ma Tarantino, in virtù della maggiore altezza, potrebbe cercare di sfruttare le sue leve lunghe usando gomiti e ginocchiate.

Valdinocci vs Adrar

Cat. -68 kg

Il pesarese Valdinocci (37-7-1 con 9 k.o.) è uno dei fighter più tecnici del panorama italiano, tanto da essere molto richiesto come insegnante anche all’estero e non solo per la kickboxing: ha infatti seguito diversi atleti di Mma che volevano migliorare la loro tecnica nel colpire, su tutti ricordiamo la fighter Ufc Alexa Grasso che lo ha persinoringraziato nell’intervista a bordo gabbia dopo la vittoria contro Maycee Barber. È campione del mondo WKU e WFMC, oltre ad aver vinto il prestigioso torneo francese di Muay Thai “Le Tournoi du Dragon”. Il suo avversario, il francese di origine marocchina Morgan Adrar, detto “The destroyer”, è uno specialista della Muay thai, con un record di 70-20 e 30 k.o. al suo attivo. Ha vinto due titoli Mondiali e tre Europei. Di solito combatte usando molti i calci, mentre il nostro connazionale tende a fare punti tenendo un’alta frequenza nei colpi.

Peritore vs Korogiannou

Per il titolo mondiale Wku cat. -55 kg

Gloria Peritore si è raccontata alla Gazzetta nei giorni scorsi, dalla passione per il ring all’impegno sociale contro la violenza sulle donne. È stata la prima italiana a vincere in Bellator Kickboxing in America, a disputare il primo titolo mondiale femminile nella storia dell’organizzazione nonché la prima italiana a combattere in Giappone nel leggendario K1 GP. Nel 2020 ha conquistato la cintura mondiale ISKA pro, che ha dedicato alle donne vittime di violenza. La greca Maria Korogiannou invece viene dalla Muay Thai e potrà contare sul vantaggio di una maggiore statura. C’è da aspettarsi quindi che tenterà di sfruttare le sue leve lunghe lavorando con calci frontali e ginocchiate. Questo anche perché “The Shadow” Peritore alla corta distanza è capace di lavorare di pugno con grande potenza e frequenza nei colpi.

Petchrungruang vs Perrault

Cat. -60 kg

YodPT Petchrungruang è un giovane thailandese emergente e porterà sul ring l’eleganza tecnica abbinata alla grande potenza che solo nel paese dove questo sport è nato sanno esprimere. Avendo cominciato da giovanissimo, come è prassi in Thailandia, a 24 anni vanta già un record di 108-17-5 con 35 k.o.. La sua specialità sono i calci circolari alle costole. Il suo avversario, Andrany Perrault, è un francese dell’isola di Rèunion con una grande esperienza internazionale. Si tratta di un fighter molto tecnico e, come tradizione della scuola francese, senza timori reverenziali quando affronta i tailandesi tanto che non è da escludersi che possa optare per una partenza molto aggressiva.

Novati vs Gottardi

Per il titolo europeo Iska cat. -67 kg

L’oriundo francese Gregoire Gottardi è un fighter molto esperto, con un record di 41-9 e 14 k.o. Ha combattuto più volte di Muay Thai in Thailandia e, come molti di questa scuola, punta molto su potenti calci circolari al tronco. L’idolo di casa Nicolas “AK47” Novati (19-3-1 con 3 k.o.da pro) è un atleta tecnicamente molto completo e sicuramente superiore a Gottardi nella tecnica pugilistica. Soprattutto, non ingannino i pochi k.o. che ha finora raccolto in carriera: sa tirare colpi molto potenti.

Guiderdone vs Coriolano

Cat. -79 kg

Chiude la serata un match tra due atleti con una forte propensione agli scambi pugilistici. Christian Guiderdone è un atleta affermato da tempo, dotato di grande potenza fisica. Gino Coriolano è invece un giovane fighter siciliano che sta emergendo: ha già un record di 20-9 con 12 k.o. e un titolo Mondiale Wmkf in bacheca.

We wish to say thanks to the author of this post for this amazing material

Il Mondiale di Gloria Peritore e non solo: tutti i match di Fight 1, in diretta su gazzetta.it

Cool N Spicy