Lakers a picco anche con Davis, il play-in è sempre più lontano

I Pelicans vincono in California, ora i gialloviola sono a una partita piena di distacco dal decimo posto degli Spurs. Minnesota sbanca Denver, pioggia di triple dei Clippers conto i Bucks con tutti i big a riposo

Davide Piasentini
@davide_piase

I Lakers ritrovano Anthony Davis ma perdono un’altra occasione, forse l’ultima, per restare aggrappati al treno del Play-In. La sconfitta contro New Orleans pesa tantissimo: ora il distacco dagli Spurs, decimi a ovest e vittoriosi in casa contro Portland, è di una partita piena. Successo importante di Minnesota a Denver con il duo Towns-Edwards a determinare, mentre l’altra squadra di Los Angeles, i Clippers, vince facilmente contro le seconde linee dei Milwaukee Bucks. Infine, la 2ª vittoria di fila dei Detroit Pistons su Oklahoma City.

Los Angeles Lakers- New Orleans Pelicans 111-114

Era una match da vincere a tutti i costi e i Los Angeles Lakers (31-46) l’hanno perso, contro una diretta concorrente per il Play-In, davanti ai propri tifosi. Ora la distanza dei gialloviola dal 10° posto occupato dai San Antonio Spurs è di una partita piena con 5 gare ancora da giocare. La verità è che i Pelicans (34-43) hanno voluto questo successo molto più dei padroni di casa. CJ McCollum e Brandon Ingram hanno segnato 61 punti in due e Jonas Valanciunas ha aggiunto 17 punti, 12 rimbalzi, 6 assist e la tripla pesantissima del 108 pari a 2’52” dalla sirena. Nel 4° periodo, LeBron e compagni sembrava potessero portarla a casa (+6 a 9’ dalla fine), sfruttando soprattutto il talento dei singoli, poi un mix letale di palle perse, tiri comodi sbagliati, zero intensità difensiva e, in generale, una mancanza d’urgenza nel volere fare risultato hanno cancellato tutto. James ha chiuso con 38 punti ma ha fallito la tripla del pareggio e non ha inciso nel clutch. Westbrook, malissimo al tiro (5/15), si è visto solo nel 4° periodo e nemmeno il rientrante Anthony Davis (23 punti, 12 rimbalzi e 6 assist) è riuscito smuovere qualcosa. I Lakers sono sempre più lontani dalla postseason.

L.A. Lakers: James 38 (13/23, 3/8 da tre, 9/12 tl), Davis 23, Monk 13. Rimbalzi: Davis 12. Assist: Monk 7.

New Orleans: McCollum 32 (12/23, 4/8 da tre, 4/4 tl), Ingram 29, Valanciunas 17. Rimbalzi: Valanciunas 12. Assist: Ingram 7.

Milwaukee Bucks-Los Angeles Clippers 119-153

Big tutti a riposo e pioggia torrenziale di punti al Fiserv Forum di Milwaukee con i Los Angeles Clippers (38-40) a dominare offensivamente la partita: 153 punti segnati, 60.9% al tiro e 23/43 da tre. Mvp della gara è stato Robert Covington, che ha sfruttato la libertà offensiva concessagli dalle numerose assenze per ritoccare il suo career high: 43 punti con 11/18 dall’arco (record di franchigia), 8 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi e 3 stoppate in 46’. Massimo in carriera anche per Amir Coffey con 32 punti, tirando 10/16 dal campo, con 7 assist, 6 rimbalzi e 4 rubate. Difesa dei Bucks (48-29) completamente assente.

Milwaukee: Nwora 28 (10/16, 3/5 da tre, 5/6 tl), Ports 25, Carter 18. Rimbalzi: Ibaka 10. Assist: Carter 8.

L.A. Clippers: Covington 43 (15/24, 11/18 da tre, 2/2 tl), Coffey 32, Kennard 23. Rimbalzi: Hartenstein 10. Assist: Coffey 7.

Denver Nuggets- Minnesota Timberwolves 130-136

Vittoria di personalità dei Minnesota Timberwolves (44-34) a Denver con Anthony Edwards decisivo nel 4° periodo. Il distacco dei Wolves dal 6° posto, occupato proprio dai Nuggets (46-32), è di 2 partite ed è quindi ancora piuttosto improbabile che i ragazzi di coach Chris Finch possano evitare il Play-In e accedere direttamente ai Playoffs. Resta l’ottima prestazione e un segnale importante in termini di motivazioni e continuità. Edwards (18 punti, 8 rimbalzi e 7 assist) eccezionale nel 4° periodo con tre triple che hanno spaccato la partita e anestetizzato il rientro dal -15 di Denver negli ultimi 5’ di gioco. Karl-Anthony Towns ha chiuso con 32 punti e 9 rimbalzi, mentre dall’altra parte l’Mvp in carica Nikola Jokic ha firmato un’altra prova impressionante da 38 punti, tirando col 66% dal campo, 19 rimbalzi e 8 assist in 43’. Denver ancora sottotono in termini di prestazione complessiva e inconsistente nella metà campo difensiva.

Denver: Jokic 38 (14/21, 0/2 da tre, 10/12 tl), Gordon 24, Morris 23. Rimbalzi: Jokic 19. Assist: Jokic 8.

Minnesota: Towns 32 (11/18, 4/7 da tre, 6/6 tl), Russell 24, Edwards 18. Rimbalzi: Towns 9. Assist: Edwards 7.

San Antonio Spurs- Portland Trail Blazers 130-111

San Antonio (32-45) vince nettamente conto Portland (27-50) e mantiene il 10° posto in classifica a ovest, l’ultimo utile per accedere al Play-In. Malgrado l’assenza di Dejounte Murray, fermato da qualche problemino influenzale, gli Spurs hanno dimostrato di voler mettere al sicuro il risultato nel minor tempo possibile, a differenza dei loro avversari, ai quali mancava totalmente, e comprensibilmente, qualsiasi motivazione. Otto giocatori in doppia cifra per la squadra di Gregg Popovich con Devin Vassell (22 punti) e Keldon Johnson (21 punti) a farla da padrone in termini di produzione offensiva.

San Antonio: Vassell 22 (9/15, 4/8 da tre), Johnson 21, Collins 15. Rimbalzi: Collins 9. Assist: Jones 9.

Portland: Johnson 20 (8/15, 4/6 da tre), Williams 17, Eubanks/Brown III 13. Rimbalzi: Perry 10. Assist: Dunn 8.

Oklahoma City Thunder- Detroit Pistons 101-110

Alla seconda gara del back-to-back, Detroit (22-56) vince a Oklahoma City e fa riposare anche i suoi migliori giocatori, Cunningham, Bey e Stewart, impiegati solamente in parte del 1° quarto. La squadra di Dwane Casey ha spazzato via i Thunder (22-55) nel 2° tempo e solo un loro parziale rientro nel finale ha permesso di ridimensionare il punteggio. Pistons sempre saldamente in controllo delle operazioni con 26 punti a testa di Killian Hayes (massimo in carriera) e Frank Jackson (+23 plus/minus), quest’ultimo in uscita dalla panchina. Per la point guard titolare di Detroit anche 8 assist, 7 rimbalzi, 5 recuperi e 3 stoppate in 40’.

OKC: Maledon 28 (10/22, 3/8 da tre, 5/7 tl), Roby 16, Waters III 16. Rimbalzi: Hoard 20. Assist: Maledon 6.

Detroit: Hayes 26 (12/25, 2/9 da tre), Jackson 26, Livers 17. Rimbalzi: Livers 11. Assist: Lee 12.

We want to give thanks to the author of this short article for this outstanding web content

Lakers a picco anche con Davis, il play-in è sempre più lontano

Cool N Spicy