Rally Svezia, prima giornata: conduce Neuville su Hyundai

Sulle strade innevate e ghiacciate della Svezia in scena il secondo round del Mondiale Wrc 2022: al termine della prima giornata Neuville, su Hyundai, si porta in testa alla classifica provvisoria, staccando di 4’’3 la Toyota GR Yaris di Rovanperä

Giulio Masperi

– milano

È sfida Hyundai-Toyota nella prima giornata del Rally di Svezia, secondo round del Mondiale Wrc 2022, in corso nella classica cornice innevata che caratterizza le latitudini nordiche. Al termine della prima giornata e delle 7 prove speciali di venerdì 25 febbraio conduce il belga Thierry Neuville, su Hyundai i20 N, con un distacco di 4’’3 sul finlandese Kalle Rovanperä (Toyota GR Yaris). Terza l’altra Yaris Gazoo Racing di Elfyn Evans a 7’’4. Una prima giornata, che ha visto più volte cambiare il leader provvisorio, non priva di colpi di scena: su tutti quello che ha riguardato Ott Tänak, costretto a dare forfait prima della PS6 per un problema all’unità elettrica del powertrain della sua Hyundai i20 N, quando in classifica era secondo.

RALLY SVEZIA 2022: LA PRIMA GIORNATA

—  

Nelle prime frazioni di giornata il Rally di Svezia ha “parlato” scandinavo, considerate le prestazioni di livello mostrate sin dal via dall’estone Ott Tänak (Hyundai) e i finlandesi Kalle Rovanperä ed Esapekka Lappi (Toyota): i primi vincitori di due prove speciali ognuno, il terzo di una frazione. A interrompere il dominio dei tre nordici – che sembravano aver trovato le “misure” con le condizioni decisamente invernali: tanta neve fresca ai margini della strada ghiacciata e la necessità di uno stile di guida millimetrico – solamente Elfyn Evans (Toyota) e Thierry Neuville (Hyundai), entrambi vincitori di una speciale, che nel corso della giornata trovavano velocità e concretezza, autori di una rimonta nel corso del venerdì, anche grazie a migliori condizioni del fondo in virtù dell’ordine di partenza. A completare la Top-5 lo svedese classe 2001 OIiver Solberg (Hyundai), che chiude a 28’’1 dal leader. Sia Lappi sia Solberg nelle ultime frazioni di giornata hanno dovuto “lottare” con l’usura delle gomme: nel round si utilizzano gomme chiodate fornite da Pirelli.

RALLY SVEZIA 2022: COLPI DI SCENA

—  

In Svezia un venerdì complicato per la formazione schierata da M-Sport Ford, considerato il ritiro dell’irlandese Craig Breen a seguito dell’incidente – senza conseguenze per l’equipaggio – nella PS2 “Kamsjon” 1, che aveva causato la bandiera rossa per consentire lo spostamento dell’auto finita nella neve in posizione insicura per gli altri concorrenti. Breen era costretto ad alzare bandiera bianca, dopo che già nella prima speciale della mattina aveva sbattuto sulla neve fresca, perdendo alcuni secondi (disavventura condivisa con diversi colleghi). Poco fortunati anche il francese Adrien Fourmaux, che subiva una penalità di 10 secondi per il passaggio in ritardo al terzo controllo orario, e l’inglese Gus Greensmith, mai in grado di lottare per le posizioni di vertice. Come anticipato, invece, Tänak era costretto a fermarsi in via precauzionale prima della PS6 “Savar” 2 (17,24 km) per un’anomalia alla componente elettrica del motore ibrido della sua Hyundai i20 N: anomalia segnalata dalla luce rossa visibile anche all’esterno delle nuove auto ibride di classe Rally1, la quale obbliga l’equipaggio a lasciare l’auto. Qualche problema tecnico al powertrain ibrido aveva colpito anche il compagno Neuville in mattinata: il belga, tra l’altro, ha beneficiato della bandiera rossa dopo il “fuoripista” di Breen, come lo stesso Neuville ha dichiarato riferendosi a problemi che stava riscontrando alla batteria della vettura. 

RALLY SVEZIA 2022: IL PROGRAMMA

—  

Il Rally di Svezia rientra a pieno titolo nella storia del Mondiale Wrc, di cui è stato tappa sin dalla prima stagione nel 1973. Dopo i primi 125 chilometri di prove speciali l’evento prosegue sabato 26 febbraio con la seconda tappa (oltre 123 km) che include 6 frazioni: start dalle ore 8.02 con la PS8 “Brattby” 1 di 10,49 km, partenza dell’ultima speciale “Umea” 2 (10,44 km) in diretta televisiva dalle 18.38. Domenica 27 febbraio ultima tappa con 4 frazioni (56,84 km): motori accesi dalle ore 7 per la PS16 “Vindeln” 1 (14,19 km), conclusione con la PS19 “Sarsjoliden” 2 – Power Stage (13,93 km) dalle ore 12.18. 

MONDIALE RALLY WRC 2022: IL CALENDARIO

—  

La stagione 2022 del World Rally Championship include nel complesso 13 appuntamenti iridati. Dopo Monte-Carlo e Svezia, il circus tornerà sotto i riflettori in Croazia dal 21 al 24 aprile. Il round tricolore, come da tradizione, sarà in occasione del Rally Italia Sardegna (2-5 giugno). Finale in Giappone dal 10 al 13 novembre.

RALLY SVEZIA 2022, PRIMA GIORNATA: CLASSIFICA

—  

Dopo le prime 7 prove speciali per complessivi 125 km, disputate nella prima giornata di venerdì, ecco la classifica provvisoria del Rally di Svezia 2022 con l’elenco dei primi dieci piloti.

  1. T. Neuville (Hyundai i20 N) in 1:02’31’’2
  2. K. Rovanperä (Toyota GR Yaris) +4’’3
  3. E. Evans (Toyota GR Yaris) +7’’4
  4. E. Lappi (Toyota GR Yaris) +8’’8
  5. O. Solberg (Hyundai i20 N) +28’’1
  6. T. Katsuta (Toyota GR Yaris) +1’18’’9
  7. A. Fourmaux (M-Sport Ford Puma) +1’32’’9
  8. G. Greensmith (M-Sport Ford Puma) +1’48’’1
  9. A. Mikkelsen (Skoda Fabia Evo, Rally2) +3’08’’9
  10. O. Veiby (VW Polo Gti, Rally2) +3’13’’0



We want to give thanks to the writer of this write-up for this remarkable content

Rally Svezia, prima giornata: conduce Neuville su Hyundai

Cool N Spicy