Shengelia, esordio amaro: la Virtus cade in casa. Venezia ko a Valencia

La stella georgiana chiude con 14 punti (top scorer) ma le V Nere sono in serata no e vanno sotto anche di 15 punti contro Lubiana. Trascinata da un ottimo Theodore, la Reyer cede in Spagna solo agli ultimi possessi

La Virtus si fa sorprendere in casa da Lubiana nel giorno del debutto di Shengelia e ora le prime quattro posizioni si allontanano.

Virtus Bologna-Lubiana 74-86

Debutto senza gioia per Toko Shengelia, comunque miglior marcatore di una Virtus che si fa sorprendere in casa dal Cedevita Olimpia Lubiana. Gli sloveni sono al quinto successo di fila, agganciano la Segafredo ribaltando il confronto diretto e ora per i bolognesi arrivare nelle prime quattro del girone di Eurocup diventa terribilmente complicato. I 31 punti subiti nel primo quarto condannano i bianconeri – senza Hervey – a un lungo inseguimento che mai si concretizza dopo il -15 del secondo quarto, in una serata povera offensivamente (37% al tiro). Shengelia entra dopo sei minuti e si presenta subito con una tripla e tre assist, ma la Virtus difensivamente non tiene e permette a Pullen di accendersi. Con 16 punti in 6′, l’ex della partita lancia la prima fuga slovena sul 26-36, che diventa anche +15 a metà secondo quarto con Ferrell (29-44). Diana, in panchina al posto di Scariolo positivo al Covid, chiama in tutta fretta i suoi titolari e grazie a Teodosic e Shengelia riesce a ridurre lo svantaggio sul 44-51 all’intervallo. Sistemata la difesa, la Virtus però non riesce a trovare ritmo in attacco spremendo appena 6 punti in 7′ del terzo quarto. L’avvicinamento massimo è sul -7, mentre cresce il nervosismo e gli errori si moltiplicano. Resta invece lucida l’Olimpia, che trova da Blazic le tre triple nel quarto periodo che producono l’allungo definitivo sul 64-79 e regalano agli ospiti un successo meritato. (Luca Aquino)

Virtus: Shengelia 14, Jaiteh e Weems 11.

Lubiana: Pullen 20, Blazic 18, Muric 14.

Venezia vicinissima al blitz sul parquet di Valencia, grazie soprattutto a un monumentale Theodore (25 punti). Decide, di fatto, il canestro di Dubljevic a 12 secondi dalla sirena. Reyer senza Vitali e Cerella. Ottimo impatto di capitan Bramos (2-6), la difesa orogranata inceppa il temibile attacco di Valencia con Theodore che finalizza e dispensa assist. I due falli di Brooks e Tobey obbligano i due allenatori a mescolare subito le carte, l’Umana neutralizza Valencia e si distende in attacco giocando di squadra (7-14), la terza tripla di Bramos spinge gli orogranata in doppia cifra (9-19), quella finale di Stone doppia i padroni di casa (11-22). Secondo quarto, si accende Prepelic, Valencia inizia a dominare a rimbalzo dopo il +13 firmato da un presente Daye (14-27). Gli spagnoli si affidano a Pradilla per risalire la china (26-31), De Raffaele alza il quintetto con Echodas e Watt insieme in campo. Dopo il -3 (30-33), Valencia subisce il ritorno sul parquet di Theodore (30-38), tocca a Prepelic e Rivero tenere vicini gli spagnoli (37-42), che infilano 26 punti (a 20) nel secondo quarto. Valencia dentro al match, Umana anche con Theodore e Watt che tengono avanti gli orogranata (43-53), si alzano le percentuali degli spagnoli (53-55), sempre più vicini alla Reyer. Si scuote anche Hermannsson, replica Theodore (53-58), Valencia aggancia con Tobey (64-64) sulla terza sirena. Ultimo quarto, punto a punto, alza il livello Tonut (67-70), Bramos infila la quarta tripla della sua serata (70-75), poi l’Umana incassa l’8-0 orange (78-75), impattato da Theodore. Watt infila l’ultimo vantaggio esterno (78-80), l’Umana si fa sorprendere dalla tripla di Hermannsson (81-80), nel catino infuocato, Daye fallisce la tripla, Dubljevic segna a 12” dalla fine (83-80) e Theodore spara sul ferro il tiro del possibile supplementare, poi Prepelic chiude i conti. (Michele Contessa)

Valencia: Prepelic 19, Germannsson 11, Pradilla 11.

Venezia: Theodore 25, Bramos 14, Watt 12.

We wish to give thanks to the writer of this article for this outstanding content

Shengelia, esordio amaro: la Virtus cade in casa. Venezia ko a Valencia

Cool N Spicy